CONSIGLI GREEN

MAGAZINE ASSOCIAZIONE L’ETA’ VERDE 17 / 2011

L'ETA’ VERDE
THE GREEN AGE

Autorizzazione
Tribunale di Roma
n. 125 del 3 aprile 2001
Direttore Responsabile:
Augusta Busico

 

Manuale di sopravvivenza energetica

Tra coloro che si sono dedicati con notevole impegno e interesse a questo tema, c’è Andrea Mameli che nel Manuale di sopravvivenza energetica - Come consumare meno ed essere felici, propone diverse azioni strategiche volte ad abbassare il livello di impatto ambientale. Ovviamente il manuale stesso è stato stampato con l’intento di incidere nel minor modo possibile sull’ambiente, per esempio utilizzando per la carta alghe provenienti dalla laguna di Venezia. Ogni tonnellata di questa carta speciale comporta un risparmio di circa 400.000 litri d’acqua e ben il 50% di energia elettrica in meno rispetto alla lavorazione tradizionale della tradizionale cellulosa. Nel libro non si parla di nuovi approcci alla vita quotidiana, improponibili o radicalmente alternativi, ma piuttosto piccole azioni (anche quotidiane) che - se eseguite con costanza - porterebbero notevoli vantaggi a tutti, sia dal punto di vista ecologico che dal punto di vista della qualità della propria vita personale.

Ecco qualche consiglio per vivere in modo sostenibile:

Più bici, meno cibi: utilizzare di più la bicicletta (usufruendo anche dei servizi di bikesharing) in abbinamento con un’alimentazione più equilibrata, sana e magari anche più sostenibile, cercando di consumare prodotti locali a km zero;

Evitare l’usa e getta: utilizzare il più possibile oggetti (per esempio piatti e posate) o in alternativa gli usa e getta biodegradabili o compostabili;

Casa On/Off: evitare di lasciare accesi o anche in stand-by gli elettrodomestici in quanto consumano comunque energia;

Cibo a km zero: acquistare i cibi e i prodotti locali significa in linea di massima inquinare meno e migliorare la qualità e la freschezza;

Attenzione in strada: alzare i finestrini su strade extra-urbane, evitare partenze veloci, non superare i limiti e usare l’aria condizionata solo quando serve aiuta a consumare meno e evita di essere un pericolo per il traffico e l’ambiente;

Elettrodomestici: pulire regolarmente frigoriferi, aspirapolvere, ferro da stiro, etc in modo da garantire la loro efficienza al 100%;

Pieni è meglio: utilizzare lavatrici e lavastoviglie solo a pieno carico in modo da non sprecare inutilmente acqua ed energia, utilizzare i programmi a lungo termine che, anche se impiegano più tempo, consumano meno e consentono un risparmio energetico;

Lampadine: sostituire le vecchie lampadine con quelle led o a risparmio energetico; costano di più ma assicurano una durata sicuramente più lunga; ricordarsi di smaltirle correttamente;

Come si vede, niente di trascendente. Solo piccole azioni quotidiane dettate dal buon senso, che possono diventare abitudini altrettanto buone in grado di migliorare la nostra vita e il nostro ambiente grazie alla cultura della sostenibilità.

 

Aniello Meloro

 

Scarica il file in pdf da google drive: N.17.etaverde 15-09-2011.pdf