L'Età Verde - Associazione Culturale
IMAGE Gaurisankar 2013 – Nepal "Le acque degli Dei". Quando l’Esplorazione diventa Cooperazione.
Lunedì, 17 Marzo 2014
Venerdi 21 Marzo 2014, ore 15.oo - 17.oo Sala Stampa del Consiglio Regione Lombardia, via Fabio Filzi 22.    Presentazione primi risultati spedizione   Verranno presentati i primi risultati della spedizione organizzata da EXPLORA Nunaat International, con il supporto delle sezioni CAI di Aquila e Arsita, svoltasi lo scorso autunno... Read More...
IMAGE Pubblicazione 2014 della Rivista L'ETA' VERDE
Venerdì, 13 Settembre 2013
E' stato pubblicato il numero 2014 della rivista L'ETA' VERDE/ THE GREEN AGE dove sono state pubblicate le notizie, i report ed i lavori premiati degli studenti al XXXIV Incontro Macroproblemi.Diamo la possibilità a tutti, pubblicandolo online, di sfogliarlo e di leggerlo.               Cliccando sulla foto... Read More...
Pubblicazione foto della Festa dell'europa
Mercoledì, 21 Maggio 2014
Nuovo evento realizzato dall'associazione età verde, è possibile vedere le foto al link: Foto macroproblemi 2014 Read More...
Risultati e valutazioni - 9 maggio FESTA dell’EUROPA
Giovedì, 30 Maggio 2013
con il Patrocinio della Commissione Europea GOING TO GREEN: the Challenges for the Future Giovedì 9 maggio 2013, Biblioteca Nazionale Centrale, Roma   Risultati e valutazioni   L’evento, svoltosi con l’attenzione e la partecipazione di un pubblico costituito da varie fasce d’età di studenti e da esperti dei vari settori nei quali... Read More...

Magazine 2013

Nel corso del 2013 L'associazione ha prodotto 11 magazine, è possibile leggerli qui sul sito sfogliando questa categoria oppure è possibile scaricarli tramite Google Drive all'indirizzo: Magazine 2013.

Buona lettura

La vita degli oceani è in pericolo

MAGAZINE ASSOCIAZIONE L’ETA’ VERDE N.3 / 2013

L'ETA’ VERDE
THE GREEN AGE

International Earth System expert workshop on ocean impacts and stresses

8388 200xOgni mare e ogni oceano del nostro pianeta formano parte di un unico, globale, Oceano che può essere paragonato al sistema circolatorio umano: infatti supporta tutta una serie di funzioni vitali, che rendono il pianeta abitabile, senza le quali anche la specie umana è destinata all’estinzione. E oggi lo stato di salute degli oceani è seriamente compromesso ed è in atto una pericolosa estinzione della fauna marina.

L’allarme arriva dall’ultimo Rapporto, “International Earth System expert workshop on ocean impacts and stresses”, di recente pubblicato dall’IPSO - International Programme on the State of Ocean -, al quale ha lavorato un gruppo internazionale formato da 27 esperti di sei diversi paesi.

Le attività umane stanno producendo un impatto sull’ecosistema marino tale che, negli ultimi decenni, le estinzioni sono aumentate sino a diventare anche cento volte più numerose rispetto ai valori fisiologici. In pratica in pochi secoli l’uomo produce cambiamenti così radicali e irreversibili da poter essere paragonati a quelli che nel passato si sviluppavano nell’arco di ere geologiche (centinaia di milioni di anni). I fattori che pesano su questa progressiva compromissione dell’ambiente oceanico, combinando e assommando i loro effetti negativi, sono sostanzialmente: l’inquinamento, dal quale deriva l’aumento dell’acidità’ dei mari, la pesca indiscriminata e il cambiamento climatico con conseguente riscaldamento delle acque. Gli oceani, grazie ai processi di fotosintesi dei microvegetali marini, forniscono circa il 50% dell’ossigeno presente sulla Terra, inoltre hanno un ruolo fondamentale nel ciclo del carbonio, provvedendo al riassorbimento dell’anidride carbonica (CO2) emessa in atmosfera. Ma se i valori di anidride carbonica aumentano con ritmi esponenziali, come avvenuto nel corso dell’ultimo secolo, le potenzialità di assorbimento dei mari vengono saturate e l’acqua fa registrare dei livelli di acidità alterati, dannosi per gli ecosistemi marini più delicati. Il processo di acidificazione in corso oggi è più elevato di quello occorso negli ultimi 55 milioni di anni.

Il riscaldamento globale, oltre ad alterare l’habitat di numerosi ecosistemi marini, influisce sullo scioglimento dei ghiacci artici, con conseguente rilascio in atmosfera del metanointrappolato nel permafrost, terreno solitamente perennemente ghiacciato. Il metano, più ancora della CO2, contribuisce all’effetto serra.

Per non parlare degli effetti conseguenti all’inquinamento dovuto al petrolio, a diversi prodotti chimici e ai rifiuti, in particolare quelli plastici, che vengono trasportati negli oceani ed entrano nella catena di alimentazione della fauna marina con conseguenze disastrose. Sul banco degli imputati anche la pesca intensiva che dal canto suo ha prodotto una riduzione del 90% di alcune specie.

Proprio questa urgenza e il pensiero dell’eredità che lasceremo alle generazioni future fanno dire a Dan Laffoley, presidente della Commissione mondiale sulle Aree protette (IUCN), nonchè co-autore del rapporto, “Le sfide per il futuro degli oceani sono enormi, ma a differenza delle generazioni precedenti oggi sappiamo cosa accadrà. Il tempo per proteggere il cuore azzurro del nostro pianeta è oggi”.

 

Stefania Zuccari

Scarica il file in pdf da google drive: N.3.etaverde 1-02-2013.pdf

 

Autorizzazione Tribunale di Roma n. 125 del 3 aprile 2001 - Direttore Responsabile: Augusta Busico


Educazione ambientale e “Il percorso dei rifiuti”

MAGAZINE ASSOCIAZIONE L’ETA’ VERDE N.3 / 2013

L'ETA’ VERDE
THE GREEN AGE

Sienambiente: un nuovo progetto di educazione ambientale

sienambiente impianto2Per non commettere più il grossolano errore di confondere raccolta differenziata con riciclo e per formare cittadini consapevoli che “domani” potranno adottare comportamenti virtuosi e rispettosi dell’ambiente, l’amministrazione provinciale di Siena promuove con la collaborazione e il cofinanziamento di Sienambiente un nuovo progetto di educazione ambientale.

Il percorso dei rifiuti”, infatti, è una delle attività messe in campo per le classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie, s’intende spiegare ai bambini cosa succede ai rifiuti prodotti quotidianamente nelle nostre case: dalla raccolta differenziata, in cui i cittadini sono protagonisti e devono dare un apporto nel separare correttamente i materiali, al processo manifatturiero con la trasformazione negli impianti e la produzione di materie prime seconde, fino all’immissione sul mercato di nuovi oggetti provenienti da materiali riciclati.

sienam2-300x207Il progetto prevede, nelle scuole del territorio senese che hanno aderito, un incontro tra i bambini e gli esperti di Sienambiente, mentre i più grandi, saranno portati anche in visita all’impianto di selezione, compostaggio e valorizzazione delle raccolte differenziate de Le Cortine (Asciano), cuore del sistema impiantistico senese per il trattamento dei rifiuti.

 

Aniello Meloro

Scarica il file in pdf da google drive: N.3.etaverde 1-02-2013.pdf

 

Autorizzazione Tribunale di Roma n. 125 del 3 aprile 2001 - Direttore Responsabile: Augusta Busico


Associazione scientifica

L'Età Verde
Presidente: Augusta Busico
docente e giornalista

Gruppo Internazionale Aurelio Peccei
Studi e Ricerche didattico-scientifiche sui Macroproblemi.
Presidente: Eleonora Masini
membro del Club di Roma, docente
di previsione umana e sociale
e di Ecologia umana all'Università Gregoriana di Roma

Sede in Italia, 00185 Roma
Via San Quintino 5, Pal.C
Tel +39 06 70453308
Fax +39 06 77206257
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Ministero-ambiente


Logo-Roma-Capitale


 

europagreeneconomy

2014 ANNO EUROPEO DELL’ECONOMIA VERDE


MIPAF colore


im


 

 

logo explora


 

prisma

bottom